Peavey T-40

Restauro PEAVEY T-40

Peavey T-40 per chi lo conosce non c’è bisogno di aggiungere altro.

Ecco un vero e proprio restauro per riportare in vita uno strumento storico:

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

 

lo strumento è stato acqustato come spesso accade a scatola chiusa tramite ebay;  vediamo quali sorprese si celano:

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

Ooops!!! l’ultima parte della tastiera è quasi inesistente !!! Deve aver subito una leggerissima rettifica del precedente proprietario  per risolvere un preblimino di manico eccessivamente imbarcato !!!!

 

Ok apriamo ora il vano elettronica…

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

Fantastico !!!!! uno splendido disordine creativo !!!!

allego altre foto:

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

 

Uao!!!!

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

La presenza di addirittura un diodo zener mi lascia senza parole !!!!!!!!!!!!!!!! :O !

A questo punto è meglio far finta di nulla e dare un’ occhiata approfondita agli schemi originali per poi ricablare tutto da zero con componenti nuovi

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

un’altro piccolo problemino è dato dal fatto che un pickup ha un segnale molto molto basso; ora vediamo perchè:

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

 

smontare questo tipo di humbucker non cosa molto facile ma occorre farlo per arrivare ai punti di saldatura tra i fili dei coils ed i cavi di collegamento.

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

In questo caso siamo stati abbastanza fortunati e sarà relativamente semplice ripristinare il contattotra il filo di rame ed il punto di saldatura con il cavo

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

altra piccola sorpresina: la piastrina di risontro del microtilt deve essere finita in una dimensione parallela !!!!!!!!!!!!!!

 

Queste erano comunque quisquiglie veniamo ai problemi seri:

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

ebbene si è un USAG e costa un botto ! …

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

Disponendo adeguatamente la luce, siore e siorri possiamo ora vedere ….

 

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

 

…. l’arco di Robin Hood !!!!!!!!!!!!!!

 

 

Continua alla prossima puntata…..

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

 

ora il gioco si fa duro ! occorre ridare alla tastiera la giusta linearità ed il radius adeguato.. Io opto sempre per il metodo manuale con piani di riscontro in ghisa rettificata e scelgo un radius compaund

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

ovviamente, come si può vedere , le prime parti che vengono attaccate sono la parte iniziale e quella finale della tastiera

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

Dopo svariati passaggi di rettifica e misurazioni con piani di riscontro bisogna procedere alla sbiancatura del legno alla preparazione e allla verniciatura

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

 

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

 

lucidatura della venice e ritastaggio…

VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook

Già che ci siamo, non guasta il ripristino delle manopole dei controlli, rimuovendo e sostituendo il grano di fissaggio:

 

ultima cosa ma non meno importante una completa revisione del ponte sostituando tutte le viti arrugginite ed i grani di regolazione delle sellette

 

ed ecco lo strumento redivivo dopo un buon set-up

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in blog e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento