– TERMEN NE MRET -

– TERMEN NE MRET -

E’ da un po che non aggiorno questo blog, ma ho i miei buoni motivi…

Ora vi racconto:

Qualche settimana fa, o meglio qualche mese fa, giocherellando con youtube mi sono imbattuto in un filmato che mi ha aperto gli occhi, o meglio le orecchie, su di uno strumento a molti (io compreso, si, confesso la mia ignoranza in materia) noto solo per produrre rumore, effetti in film di fantascienza o l’ululato dei fantasmi nei cartoni di Scooby-Doo !!!!!!!!!!!!!

Uno strumento ampiamente maltrattato negli anni 70 che nelle mani giuste puo rivelare un’espressività di esecuzione sorprendente e commovente.

Ben prima del suddetto periodo, quando ancora si usavano i grammofoni LA VOCE DEL PADRONE e le radio erano grosse come delle lavatrici Lev Termen volle creare uno strumento partendo dalla nobile idea di svincolare chiunque volesse fare musica dalle difficoltà puramente tecniche (posture,fiato,forza,micromotricità,…) in cui inevitabilmente ci si imbatte suonando un qualsiasi strumento.

l’ RCA (la prima azienda a tentare di produrlo in larga scala) aveva inventato uno slogan

‘  FACILE COME FISCHIETTARE  ‘

Si, questa era l’intenzione, ma in realtà così facile non è ! Rimane comunque uno strumento unico e con un fascino ancora oggi dopo quasi un secolo , veramente sorprendente!

Ok, la presentazione è durata fin troppo !

Ecco qui alcuni UMANI (si si,ve lo garantisco sono umani e non usano il teletrasporto ) che con questo strumento sanno fare meraviglie:


e ancora :

Ecco tutto è partito da qui; anche io sono stato contagiato dalla febbre del theremin tanto da pensare di includere una nuova versione di questo strumento nella produzione della Axefactory !

p20-04-09_17071

A questo scopo ho avuto  l’onore di avere la piena collaborazione di uno tra i migliori conoscitori italiani del theremin:

Giorgio Necordi.

Da tempo sperimentatore e costruttore di diversi modelli sia a transistors che a valvole e una serie di magnifici esemplari , realizzati in collaborazione con Augusto Traiani, completamente a valvole basati sul modello RCA e notevolmente migliorati.

Giorgio in questo periodo si sta occupando dell’elettronica di questo nuovo prodotto e sta facendo veramente un lavoro fantastico !

Io mi sono occupato del design e di alcuni aspetti legati alla suonabilità:

Questo theremin è pensato per esecuzioni live, sul palco, abbiamo quindi preferito una versione transistor più facilmente gestibile e trasportabile rispetto al valvolare, senza però ridurlo ad una di quelle fredde scatolette di metallo che si trovano in commercio.

Per mantenere, rispettare e richiamare il fascino del theremin e le intenzioni del suo ideatore ho deciso di fondere  l’elettronica e design mettendo a vista alcuni dei suoi più importanti componenti costruiti come all’epoca.

p05-02-09_10251

p09-03-09_19211

Lo stesso discorso vale anche per i materiali : rame,mogano,ottone,ebano,plexiglass… in una commistione tra classico e moderno.

Un’altra caratteristica importante è la simmetria dello strumento, grazie alla quale può essere usato indifferentemente con la mano sinistra per la melodia e la destra per il controllo del volume, lo staccato ed il legato o viceversa come nel modo classico.

img_0129

img_0130

img_0131

 

Questa voce è stata pubblicata in oldblog. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento